valvola di sicurezza 1/2" 3 bar

a cosa serve la valvola di sicurezza?

Posizionata sul circuito di mandata, la valvola di sicurezza protegge le pompe, gli scambiatori a piastre, la tubazione e gli accessori in caso di sovrapressione accidentale.

valvola di sicurezza 1/2" 3 bar per circuito vaso aperto e vaso chiuso termocamini termostufe termocucine caldaie a pellet

FAR RUBINETTERIE spa
8052190854798
Aggiungere al carrello

Aggiungere al carrello
E' FATTO OBBLIGO installare pompe e circolatori in ambienti arieggiati freschi e senza fonti di calore adiacenti dalla loro installazione.
  • Prodotti collegati

kit coppia di collegamento in ottone per circolatore completo di calotta 1"1/2, guarnizione e 1 valvola di ritegno

FAR RUBINETTERIE spa
Aggiungere al carrello
RACCORDI CIRCOLATORI
  • Prodotti collegati

elettrovalvola valvola zona far 3,5 mc/h attuatore 4 fili motorizzata termocamino caldaia stufa radiatore ventilconvettore 3/4 2 vie attuatore comando elettrico 230v microausiliario apertura 90 secondi

FAR RUBINETTERIE spa
8033803823493
Aggiungere al carrello
Aggiungere al carrello
ISOLAMENTO
Aggiungere al carrello
Aggiungere al carrello

Valvola anti-colpo d'ariete per impianti idraulici.
Assorbe eventuali ritorni violenti di acqua generati dall'impianto a valle. Temperatura massima : 100°C PN 10

Aggiungere al carrello

Elettrovalvole “BISTABILI” a 9 VOLT
Le elettrovalvole con solenoide di comando “bistabile” sono realizzate per essere utilizzate con programmatori alimentati a batteria.
La  denominazione  “bistabile”  deriva  dal  fatto che  tali  valvole  lavorano con  un  impulso  di  tensione 
di  pochi  centesimi  di  secondo  che effettua l’apertura e un altro impulso con polarità invertita che  effettua  la  chiusura.  Il  funzionamento è molto semplice e si basa  su  un sistema  magnetico:  il  solenoide è  composto  da  una  calamita,  posta  all’interno  che  genera  un  campo  magnetico  e  un  avvolgimento elettrico attorno al corpo. Al centro scorre un nucleo in acciaio che effettua la chiusura/apertura della valvola. L’impulso elettrico genera un secondo campo magnetico che: 

se  di  polarità  opposta  a  quello della  calamita,  il  nucleo  viene attratto  dalla  calamita  stessa aprendo  il  passaggio  interno dell’acqua e quindi la valvola;

se  di  polarità  invertita  si  genera  un  campo  magnetico  di  polarità  uguale  a  quello della  calamita  che  allontanerà  a  sua  volta  il nucleo provocando la chiusura del passaggio interno all’acqua, e quindi la chiusura della valvola.
Tutte le elettrovalvole che sono a comando indiretto, per mantenerle chiuse si sfrutta la pressione dell’acqua a
monte della valvola  che  preme  la  membrana  nella  parte superiore, facendola aderire alla battuta sull’uscita  d’acqua; 
l’apertura  dell’elettrovalvola  è data dall’azzeramento della pressione sopra la membrana. Il  compito  del  solenoide  è  quello  di  aprire e  chiudere  il  passaggio  interno  dell’acqua che  permette  di  “caricare”  o  “scaricare”   la         
membrana, sistema che consente di operare con pressioni d’acqua anche variabili evitando aperture non volute.
L’inconveniente del sistema di pilotaggio a solenoide è dato dalla lentezza nella chiusura che si può protrarre anche per 20/40  secondi.
Esistono sul mercato elettrovalvole dove il movimento del nucleo nel solenoide viene sostituito da un piccolo motorino elettrico o attuatore

Aggiungere al carrello

Elettrovalvole “BISTABILI” a 9 VOLT
Le elettrovalvole con solenoide di comando “bistabile” sono realizzate per essere utilizzate con programmatori alimentati a batteria.
La  denominazione  “bistabile”  deriva  dal  fatto che  tali  valvole  lavorano con  un  impulso  di  tensione 
di  pochi  centesimi  di  secondo  che effettua l’apertura e un altro impulso con polarità invertita che  effettua  la  chiusura.  Il  funzionamento è molto semplice e si basa  su  un sistema  magnetico:  il  solenoide è  composto  da  una  calamita,  posta  all’interno  che  genera  un  campo  magnetico  e  un  avvolgimento elettrico attorno al corpo. Al centro scorre un nucleo in acciaio che effettua la chiusura/apertura della valvola. L’impulso elettrico genera un secondo campo magnetico che: 

se  di  polarità  opposta  a  quello della  calamita,  il  nucleo  viene attratto  dalla  calamita  stessa aprendo  il  passaggio  interno dell’acqua e quindi la valvola;

se  di  polarità  invertita  si  genera  un  campo  magnetico  di  polarità  uguale  a  quello della  calamita  che  allontanerà  a  sua  volta  il nucleo provocando la chiusura del passaggio interno all’acqua, e quindi la chiusura della valvola.
Tutte le elettrovalvole che sono a comando indiretto, per mantenerle chiuse si sfrutta la pressione dell’acqua a
monte della valvola  che  preme  la  membrana  nella  parte superiore, facendola aderire alla battuta sull’uscita  d’acqua; 
l’apertura  dell’elettrovalvola  è data dall’azzeramento della pressione sopra la membrana. Il  compito  del  solenoide  è  quello  di  aprire e  chiudere  il  passaggio  interno  dell’acqua che  permette  di  “caricare”  o  “scaricare”   la         
membrana, sistema che consente di operare con pressioni d’acqua anche variabili evitando aperture non volute.
L’inconveniente del sistema di pilotaggio a solenoide è dato dalla lentezza nella chiusura che si può protrarre anche per 20/40  secondi.
Esistono sul mercato elettrovalvole dove il movimento del nucleo nel solenoide viene sostituito da un piccolo motorino elettrico o attuatore

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello

Elettrovalvole “BISTABILI” a 9 VOLT
Le elettrovalvole con solenoide di comando “bistabile” sono realizzate per essere utilizzate con programmatori alimentati a batteria.
La  denominazione  “bistabile”  deriva  dal  fatto che  tali  valvole  lavorano con  un  impulso  di  tensione 
di  pochi  centesimi  di  secondo  che effettua l’apertura e un altro impulso con polarità invertita che  effettua  la  chiusura.  Il  funzionamento è molto semplice e si basa  su  un sistema  magnetico:  il  solenoide è  composto  da  una  calamita,  posta  all’interno  che  genera  un  campo  magnetico  e  un  avvolgimento elettrico attorno al corpo. Al centro scorre un nucleo in acciaio che effettua la chiusura/apertura della valvola. L’impulso elettrico genera un secondo campo magnetico che: 

se  di  polarità  opposta  a  quello della  calamita,  il  nucleo  viene attratto  dalla  calamita  stessa aprendo  il  passaggio  interno dell’acqua e quindi la valvola;

se  di  polarità  invertita  si  genera  un  campo  magnetico  di  polarità  uguale  a  quello della  calamita  che  allontanerà  a  sua  volta  il nucleo provocando la chiusura del passaggio interno all’acqua, e quindi la chiusura della valvola.
Tutte le elettrovalvole che sono a comando indiretto, per mantenerle chiuse si sfrutta la pressione dell’acqua a
monte della valvola  che  preme  la  membrana  nella  parte superiore, facendola aderire alla battuta sull’uscita  d’acqua; 
l’apertura  dell’elettrovalvola  è data dall’azzeramento della pressione sopra la membrana. Il  compito  del  solenoide  è  quello  di  aprire e  chiudere  il  passaggio  interno  dell’acqua che  permette  di  “caricare”  o  “scaricare”   la         
membrana, sistema che consente di operare con pressioni d’acqua anche variabili evitando aperture non volute.
L’inconveniente del sistema di pilotaggio a solenoide è dato dalla lentezza nella chiusura che si può protrarre anche per 20/40  secondi.
Esistono sul mercato elettrovalvole dove il movimento del nucleo nel solenoide viene sostituito da un piccolo motorino elettrico o attuatore

  • Prodotti collegati