scambiatori di calore a piastre messa in servizio, deareazione, funzionamento, antigelo formazione di ghiaccio, colpi d'ariete

Messa in servizio dello scambiatore
Prima della messa in servizio, controllare che le condizioni di esercizio dello scambiatore siano conformi a quelle indicate sull’etichetta. Controllare le filettature dei bocchelli.
Tutte le pompe devono essere equipaggiate con valvole di arresto rapido. Le pompe con pressione di esercizio superiore a quella indicata sull’etichetta dello scambiatore, devono prevedere una valvola di sicurezza. Le pompe non devono aspirare aria in modo da evitare colpi d’ariete allo scambiatore.

Avviare le pompe con le valvole a monte dello scambiatore chiuse. Aprire lentamente le valvole di mandata e ritorno finché viene raggiunta la temperatura di esercizio.
Assicurarsi di avere svuotato lo scambiatore di tutta l’aria contenuta; eventuali residui d’aria nello stesso potrebbero ridurne l’efficienza ed aumentare il pericolo di corrosione.
L’avvio deve essere lento e simultaneo per entrambi i circuiti. Se ciò non fosse possibile, iniziare dal lato caldo.
In caso di sosta prolungata dell’impianto, lo scambiatore deve essere svuotato completamente, specialmente nel caso siano presenti fluidi aggressivi, ci sia pericolo di congelamento o i fluidi trattati abbiamo un alto coefficiente di sporcamento.
Deareazione
Durante il riempimento dell’impianto, lo scambiatore deve essere sfiatato.
Questo assicura una resa completa dello scambiatore.
Funzionamento
Controllare che lo scambiatore non sia sottoposto a nessun tipo di vibrazione/pulsazione.
Se lo scambiatore è installato tra una valva un differenziale di pressione, controllare che la chiusura di entrambi sia simultanea in maniera da evitare vuoti di pressione che potrebbero danneggiare lo scambiatore.
Negli impianti di teleriscaldamento, fare particolarmente attenzione alla pressione del lato
secondario, che deve essere legata alla temperatura massima del circuito di teleriscaldamento.
Controllare che le tubazioni siano state collegate correttamente (vedi Connessione alle tubazioni) allo scambiatore
Generalmente bisogna osservare che eventuali variazioni delle condizioni di funzionamento dell’impianto non siano in contrasto con quello descritto in questo manuale e con il funzionamento previsto per lo specifico scambiatore.
Antigelo
La formazione di ghiaccio danneggia lo scambiatore, bisogna, quindi, prevedere l’uso di fluidi antigelo (es. glicole) nei casi in cui il funzionamento dello scambiatore si avvicini al punto di congelamento dei fluidi utilizzati.
Attenzione :Colpi d’ariete e vibrazioni possono provocare perdite di fluido dallo scambiatore

Aggiungere al carrello
  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello
  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello
Aggiungere al carrello
ISOLAMENTO
Aggiungere al carrello

MISURE:

LUNGHEZZA 31 CM

LARGHEZZA 11 CM

ALTEZZA 5,5 CM

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello

MISURE: LUNGHEZZA 31 CM LARGHEZZA 11 CM ALTEZZA 8 CM

si consiglia l'utilizzo di un filtro ispezionabile e l'utilizzo di raccordi in ottone

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello

MISURE: LUNGHEZZA 31 CM LARGHEZZA 11 CM ALTEZZA 10,5 CM

si consiglia l'utilizzo di un filtro ispezionabile e l'utilizzo di raccordi in ottone

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello

MISURE:LUNGHEZZA 31 CM LARGHEZZA 11 CM ALTEZZA 12,5 CM

si consiglia l'utilizzo di un filtro ispezionabile e l'utilizzo di raccordi in ottone

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello
Aggiungere al carrello