che cosa è il corretto funzionamento del sistema camino e come lo si risolve?

COMIGNOLO
Spesso se sottovalutato costituisce l’impedimento terminale al corretto funzionamento del “sistema camino”.
Il tiraggio della canna fumaria è anche funzione del suo comignolo.
E’ pertanto indispensabile che, se costruito artigianalmente, lo sviluppo delle quattro sezioni di sfogo corrispondano a più di due volte la sezione interna della canna fumaria.
Dovendo sempre superare il colmo del tetto, il comignolo sarà esposto ai quattro venti, pertanto si consiglia d’utilizzarne di tipo industriale.
il Comignolo industriale deve essere ad elementi sovrapposti prefabbricati in acciaio inox.
Il comignolo deve rispondere ai seguenti requisiti:
Avere sezione utile d’uscita non minore del doppio di quella interna della canna fumaria.
Essere costruito in modo d’impedire la penetrazione nella canna fumaria di pioggia, neve e di qualsiasi corpo estraneo.
Essere posizionato in modo da garantire un’adeguata dispersione dei fumi e comunque al di fuori della zona di reflusso in cui è favorita la formazione di contropressioni.
In caso di canne fumarie appaiate il comignolo della combustibilità solida o quello del piano superiore dovrà sovrastare d’almeno 50cm gli altri al fine d’evitare trasferimenti di pressione tra canne appaiate.
Il comignolo non deve avere ostacoli entro i 10 mt tipo muri, falde ed alberi. In caso contrario innalzare lo stesso d’almeno 1mt sopra l’ostacolo e nel caso di altri comignoli nelle vicinanze distanziarli d’almeno 2 mt ed in ogni caso il comignolo deve oltrepassare il colmo del tetto d’almeno 1mt

kit MFLUX411 scambiatore 20 piastre pacetti, valvola 3 vie Watts 3/4" con attuatore a 4 fili, flussostato caleffi, 2 valvole sfiato, centralina coelte coeltop rlx, vaso espansione 30lt

IDROENERGIAITALIA
Aggiungere al carrello
ATTENZIONE: le tubazioni e il pannello grigio raffigurati sono esclusi e non fornibili

  • Specificazioni
modulo interfaccia camino caldaia
Aggiungere al carrello
ATTENZIONE: le tubazioni e il pannello grigio raffigurati sono esclusi e non fornibili
Il disegno tecnico, che è solo un suggerimento tecnico per realizzare il vostro impianto, è concepito per consentire, mediante lo scambiatore a piastre del termocamino e quello della caldaia a gas, lo scambio termico tra l'impianto a circuito aperto del termocamino e l'impianto a circuito chiuso della caldaia a gas e per la produzione di acqua calda sanitaria.
  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello
ATTENZIONE: le tubazioni e il pannello grigio raffigurati sono esclusi e non fornibili

istruzioni montaggio mflux 310 modulo scambio termico impianto circuito aperto termocamino caldaia legna pellet vaso chiuso caldaia gas

DESCRIZIONE: il modulo MFLUX-310 è concepito per consentire, mediante due scambiatori a piastre, lo scambio termico tra l'impianto a circuito aperto del termocamino e l'impianto a circuito chiuso della caldaia a gas e per la produzione di acqua sanitaria.

FUNZIONAMENTO: Una centralina elettronica gestisce il funzionamento dei circolatori, visualizza la temperatura, segnala acusticamente e visivamente eventuali stati di sovratemperatura. Al raggiungimento della temperatura impostata viene attivato il circolatore del circuito primario (termocamino - scambiatore) e il circolatore del circuito secondario (caloriferi) per consentire lo scambio termico tra i due circuiti mediante lo scambiatore a piastre. Contemporaneamente verrà disattivata la caldaia gas che sarà automaticamente riattivata quando nel circuito secondario (caloriferi) la temperatura diminuirà rispetto al valore preimpostato. Due valvole per lo sfiato automatico al fine di prevenire la formazione di bolle d'aria all'interno degli impianti.

ELENCO DEL MATERIALE INCLUSO NELL'INSERZIONE

  • 1 scambiatore a 40 piastre pacetti kw 60 con attacchi 3/4"
  • 2 circolatori speroni a scelta del cliente o a 4 metri di prevalenza o a 5 metri
  • 2 coppie raccordi circolatori 1"1/2x1"
  • 2 sfiati come in foto
  • 1 centralina COELTOP RLX con 9 programmi a bordo
  • 1 sonda temperatura NTC mt 1 
  • 1 vaso di espansione di polietilene da litri 30

 

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello
ATTENZIONE: le tubazioni e il pannello grigio raffigurati sono esclusi e non fornibili

istruzioni montaggio modulo termocamino MFlux 320

DESCRIZIONE: il modulo MFLUX-320 è concepito per consentire, mediante due scambiatori a piastre, lo scambio termico tra l'impianto a circuito aperto del termocamino e l'impianto a circuito chiuso della caldaia a gas e per la produzione di acqua sanitaria.

FUNZIONAMENTO:Dotato di due circolatori per la movimentazione del fluido termovettore, al raggiungimento della temperatura impostata viene attivato il circolatore del circuito primario (termocamino - scambiatore) e il circolatore del circuito secondario (riscaldamento) per consentire lo scambio termico tra i due circuiti mediante lo scambiatore a piastre. Contemporaneamente verrà disattivata la caldaia gas che sarà automaticamente riattivata quando nel circuito primario (termocamino-scambiatore) la temperatura diminuirà rispetto al valore preimpostato. All’atto della richiesta di acqua sanitaria, mediante il flussostato viene disattivato il circolatore del circuito secondario (riscaldamento) e viene deviato il fluido termovettore del circuito secondario (riscaldamento) allo scambiatore a piastre fino al termine della richiesta.


ELENCO DEL MATERIALE INCLUSO NELL'INSERZIONE

  • 2 scambiatore 40 piastre 3/4"
  • 2 circolatori
  • 2 sfiati
  • 1 centralina
  • 1 sonda temperatura NTC
  • 1 vaso di espansione aperto litri 30
  • 1 flussostato 
 
Aggiungere al carrello
ATTENZIONE: le tubazioni e il pannello grigio raffigurati sono esclusi e non fornibili

istruzioni montaggio modulo termocamino MFlux 320

DESCRIZIONE: il modulo MFLUX-320 èconcepito per consentire, mediante due scambiatori a piastre, lo scambio termico tra l'impianto a circuito aperto del termocamino e l'impianto a circuito chiuso della caldaia a gas e per la produzione di acqua sanitaria.

FUNZIONAMENTO:Dotato di due circolatori per la movimentazione del fluido termovettore, al raggiungimento della temperatura impostata viene attivato il circolatore del circuito primario (termocamino - scambiatore) e il circolatore del circuito secondario (riscaldamento) per consentire lo scambio termico tra i due circuiti mediante lo scambiatore a piastre. Contemporaneamente verrà disattivata la caldaia gas che sarà automaticamente riattivata quando nel circuito primario (termocamino-scambiatore) la temperatura diminuirà rispetto al valore preimpostato. All’atto della richiesta di acqua sanitaria, mediante il flussostato viene disattivato il circolatore del circuito secondario (riscaldamento) e viene deviato il fluido termovettore del circuito secondario (riscaldamento) allo scambiatore a piastre fino al termine della richiesta.


ELENCO DEL MATERIALE INCLUSO NELL'INSERZIONE

  • 2 scambiatori a 40 piastre e attacchi 3/4"
  • 2 circolatori 
  • 2 sfiati
  • 1 centralina coeltop rlx 
  • 1 sonda temperatura NTC
  • 8 bocchettoni mf in ottone cromato 3/4" 
  • 2 coppie raccordi ottone per circolatori con 1 valvola di ritegno incorporata
  • 6 valvole a sfera 3/4"
  • 1 valvola combinata scarico termico e sicurezza 3bar
  • 1 vaso espansione in polietilene da litri 30
  • 1 flussostato Caleffi

R25 manometro mm 0-25 bar attacco 1/4"

FAR RUBINETTERIE spa
Aggiungere al carrello

R06 manometro attacco radiale 0-6 bar attacco 1/4"

SPERONI POMPE
Aggiungere al carrello
Aggiungere al carrello

 E' FATTO OBBLIGO installare pompe e circolatori in ambienti arieggiati freschi e senza fonti di calore adiacenti dalla loro installazione.

  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello
E' FATTO OBBLIGO installare pompe e circolatori in ambienti arieggiati freschi e senza fonti di calore adiacenti dalla loro installazione.
  • Prodotti collegati
Aggiungere al carrello

 E' FATTO OBBLIGO installare pompe e circolatori in ambienti arieggiati freschi e senza fonti di calore adiacenti dalla loro installazione.